AL REAL FORIO BASTA IL PAREGGIO, IL 2-2 SALVA I BIANCOVERDI

(FOTO DI FRANCO TRANI)

 

 

Il Real Forio è salvo. Ai biancoverdi basta il pareggio per 2-2 contro la Flegrea per poter esultare al 90’ per la permanenza in Eccellenza. L’inizio del match non era stato esattamente favorevole al Forio, che al 14’ vedeva il direttore di gara assegnare un calcio di rigore alla Flegrea per un fallo piuttosto netto di Luca Di Spigna su Palma; dal dischetto va Lucignano, con D’Errico che indovina l’angolo ma proprio non riesce a impedire al pallone di andare in porta. Al 22’ Giovanni Arcamone avanza sulla sinistra, crossa verso il centro dell’area dove è ben appostato Lombardi che attacca la palla e la mette dento con il piattone per il pareggio, ma il direttore di gara ha il braccio alzato indicando fuorigioco. Azione da rivedere. Al 24’ insiste il Real Forio sempre sulla sinistra con Sannino, che dal limite dell’area manda in porta Lombardi, che batte ancora Evangelista, ma la posizione, a giudizio dell’assistente, è ancora irregolare. Se sull’azione di prima sussistevano dei dubbi, stavolta si è quasi certi del fatto che la segnalazione sia sbagliata. Appena un minuto più tardi Di Spigna premia l’inserimento in mezzo ai difensori di Antonio Lombardi, che prende d’infilata Punziano, ma non riesce a raggiungere il pallone cadendo nel bel mezzo dell’area, ma per il direttore di gara non c’è niente da segnalare. Al 32’ contropiede efficace della Flegrea che pesca Moccia tutto solo sulla destra, con il numero 10 ospite che attacca l’area di rigore e serve poi Lucignano, bravo ad angolare la conclusione, ma D’Errico gli sbarra la strada e con il piede destro salva tutto. L’azione prosegue con la ripartenza del Real Forio con Davide Trofa, che porta palla, fa salire Sannino, che vede Savio e lo serve, quando il capitano biancoverde prova ad entrare nell’area avversaria viene sgambettato nettamente da Iannuzzi e l’arbitro comanda il calcio di rigore. Dal dischetto va lo stesso Savio, che batte Evangelista, bravo anch’egli ad indovinare l’angolo. Ristabilita la parità nel risultato, il primo tempo prosegue senza però troppi spasimi e si arriva all’intervallo sul punteggio di 1-1. Se già l’inizio della partita era stato ritardato di circa 10’, la ripresa inizia addirittura con 22’ di ritardo. Al 3’ Varrella riceve un buon pallone sulla destra, si incunea in area di rigore e cerca la conclusione violenta verso la porta avversaria, con Evangelista che si rifugia in corner. Al 17’ lo stesso Varrella chiede un fallo a centrocampo, ma l’arbitro glielo fischia contro e la Flegrea cerca immediatamente Moccia sulla destra, che si infila in area e serve con un cross basso Palma per il 2-1 degli ospiti. Attacca il Real Forio alla ricerca del pareggio e al 24’ Cantelli va giù in area, ma l’arbitro non concede nulla, l’azione prosegue con Lombardi che spinge ancora sulla destra, va al cross, ma il pallone finisce in corner. Dalla bandierina va Sannino ed è vincente lo stacco di Mangiapia per il 2-2 che rende ancora salvo il Real Forio. Di qui in poi il Real Forio sceglie di non correre più alcun rischio ed i ritmi dell’incontro calano col passare dei minuti, fino al triplice fischio finale, che fa esultare tutto il “S. Calise”. Appuntamento al prossimo anno!

Real Forio 2

Flegrea 2

Real Forio: D’Errico, Trofa D., Arcamone G., Mangiapia, Capuano, Varrella (39’st Trofa P.), Sannino (45’st Iacono), Di Spigna (21’st Fiorentino), De Luise M. (10’st Cantelli), Savio, Lombardi (36’st Boria). In panchina Sollo, Verde, De Luise V., Nicolella. Allenatore Mimmo Citarelli.

Flegrea: Evangelista, Iannuzzi (26’st Del Grande), Trotta (44’st Basile), Costagliola, Punziano, Pirozzi, Salierno (44’st Di Meo), Di Napoli, Lucignano, Moccia (26’st Pastore), Palma (21’st Romano). In panchina Schiano, Illiano, Grimaldi, Di Maio. Allenatore Michele Califano.

Reti: 14’pt rig Lucignano (F), 33’pt rig Savio (RF), 17’st Palma (F), 26’st Mangiapia (RF)

Arbitro: Gianmarco Vailati di Crema; assistenti Leonetti e Ferraro di Frattamaggiore.

Note: angoli 5-1; spettatori 250 circa, con una nutrita rappresentanza di tesserati del settore giovanile biancoverde.